lunedì 16 settembre 2013

Il "giuoco"



TRA  SOSPIRI E RICORDI

Allarme sociale di
un’avido turbamento di vita?
Il “giuoco”
fallimento collettivo
mutato in incoraggiamento innovativo
di una ruota di tortura.

E’ il brivido della difficoltà
di vivere
l’emergenza depressiva
di giovani e anziani.

Tra sospiri, ricordi e
luccichio
una mano aperta,
una ragnatela di numeri
divengono sorgenti effimere...
Simona Scola


104 commenti:

  1. Ciao Simo. Bella la tua foto, mi piace un sacco la mano che vi è immortalata. Le mani esercitano un grande fascino su di me, forse perchè raccontano molto delle persone e del loro vissuto. Un abbraccio
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary, dici bene....ogni mano racconta qualcosa di noi. Buona giornata.

      Elimina
  2. E' sempre un piacere passare da te,mi piace quello che fai vedere e quello che scrivi!!
    Un abbraccio cara Simo!!
    Sabry!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Simo, il "gioco" da attività ludica sta diventando un fenomeno davvero preoccupante..con i tuoi versi hai colto l'essenza del problema...
    Buona serata!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmen sono contenta che il tuo pensiero è condiviso. Buona giornata!

      Elimina
  4. quali migliori parole per esprimere il significato del gioco....la prima foto meravigliosa!
    baci simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il gioco o giuoco lo definirei una commedia preoccupante!!!! Un abbraccio

      Elimina
  5. Bellissima la prima foto! E perfetti anche i tuoi versi...brava!
    CInzia

    RispondiElimina
  6. è un vizio purtroppo.....e come tale va curato....

    RispondiElimina
  7. Si chiama gioco. Ma io lo chiamerei rovina persone!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso sono perfettamente d'accordo con te!!!

      Elimina
  8. ciao... è un vizio..penso davvero difficile da superare... però mi sa che è diffuso....hai fatto bene ad esprimere in poesie queste difficoltà ciao...luigina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luigina è una dipendenza e lo Stato lo incita!!!

      Elimina
  9. Versi incisivi, intensi, scuotono e sono tanto.. troppo veri. Meraviglioso, amica mia.. non posso dire altro che questo. Perchè tu stessa lo sei. <3 <3 TVTB!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely, purtroppo molte persone si rovinano la vita!!!
      Un abbraccio.

      Elimina
  10. Io non ho alcuna passione per il gioco...

    Bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kylie giocare per divertirsi ma senza mettere in gioco i soldi...questo è il vero gioco!!! Bacini

      Elimina
  11. Come al solito un mix strepitoso di parole e immagini!

    RispondiElimina
  12. Una malattia vera e propria!!!
    Mi piace tanto la prima tua foto...
    Un bacio per una buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pinuccia una malattia che dilaga a dismisura.
      Un abbraccio e grazie!

      Elimina
  13. Hai colto benissimo questo male dei nostri tempi ...brava Simona
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gio è il male del secolo!!!Buona giornata

      Elimina
  14. Buongiorno Simo, una vera malattia che riesce col tempo a far traballare le fondamenta di una solida famiglia!
    Una serena giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary è una malattia incurabile!!!! Buona giornata e felice di rileggerti

      Elimina
  15. Buongiorno Simo, una vera malattia che riesce col tempo a far traballare le fondamenta di una solida famiglia!
    Una serena giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary io sono dell'idea che il giuoco non "piazza" nessuno!!!

      Elimina
  16. Si è tossici in diversi modi.
    Ci si riduce senza scarpe, sfasciando ogni tipo di rapporto.
    Una malattia difficile da curare, se il malato non decide di farsi aiutare.
    Un abbraccio Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary condivido ogni singola parola. Buona serata!

      Elimina
  17. Concordo perfettamente con Mary!Per uscire fuori da qualsiasi cosa ,bisogna chiedere aiuto,farsi aiutare!Ciao Simona e buona giornata!Rosetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma occorre avere anche tanta forza di volontà....Un bacione Rosetta!

      Elimina
  18. Si bisogna chiedere aiuto ma il primo aiuto deve venire da noi stessi perchè se non ce la volontà anche l'aiuto esterno non serve si deve desiderare di cambiare e quindi di essere aiutati.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Edvige condivido pienamente. Buona serata.

      Elimina
  19. Un post che fa riflettere, bravissima!!!! Un bacio e felice giornata

    RispondiElimina
  20. Un post che fa riflettere, bravissima!!!! Un bacio e felice giornata

    RispondiElimina
  21. Brava Simona!
    Una poesia davvero bella e profonda accompagnata dalle tue belle foto.
    Il gioco è subdolo, avvolge come un serpente.
    Ci propongono giochi di tutti i tipi e chi vuole "distrarsi" dalle quotidiane beghe ha l'imbarazzo della scelta, ma il rischio è sempre quello sia che si tratti di giochi a pagamento o no, c'è sempre il desiderio di vincere, di dimostrare di essere più forti, più intelligenti, più furbi e lasciarsi prendere dal vortice abbandonando poco ala volta la realtà del quotidiano.
    Un abbraccio,
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, è una malattia difficile da curare. Un abbraccio

      Elimina
  22. Hanno creato delle apposite comunita' di recupero per persone "malte" del gioco. Qualsiasi forma di scommessa, presa in forma maniacale, porta alla sostanziale rovina sia morale sia psichica della persona. Bisogna colpire alla radice, lo Stato tolga le concessioni a tutti i giochi, anche se questo rimane difficile poiche' lo Stato guadagna con questa mercificazione. Bisogna essere consapevoli che queste spirali portano a serie conseguenze, molte persone sono in cura presso centri specializzati ...altre ci hanno lasciato la vita. E' una piaga forte, uno specchietto per le allodole in un momento di forte recessione economica....Sperare di sistemarsi per tutta la vita grattando una scheda o indicando dei numeri è sostanzialmente la fine della 2coscienza" umana....inquietante sistema a cui molti sono connessi. EMILIO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emilio, è la malattia del millennio ma la cosa che non concepisco è che lo Stato lo incita.....
      Un abbraccio!

      Elimina
  23. Anch'io gioco ma con i miei nipoti e per i nostri giochi mettiamo in palio caramelle o dolcetti. Bella poesia molto reale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Primula quello è un gioco divertente :)

      Elimina
  24. La speranza di vincere al gioco, a volte rende l'uomo "povero" alla ricerca di un sogno perduto.
    Un felice martedì dolce Simo. Un baciotto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ele, allora mi ritengo una donna ricca perchè io non gioco!!! Bacioni

      Elimina
  25. E' sicuramente una "malattia" dei nostri giorni, i tuoi versi sono bellissimi e fanno riflettere. Un abbraccio Susy

    RispondiElimina
  26. purtroppo l'illusione di una grossa vincita,è solo l'effimero sogno che ognuno di noi ha.
    Chi possiede un carattere forte saprà dire basta,mettere un freno,ma spesso non è ccosì e si rimane intrappolati da questa ragnatela perfetta.
    Lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lu chi vive d'illusione non arriverà mai da nessuna parte! Un abbraccio

      Elimina
  27. Affidare il futuro ai gratta e vinci è l'inizio di un percorso buio. La tua poesia rispecchia i tempi d'oggi. Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carlo speriamo in un futuro migliore .....ben venga il lavoro!

      Elimina
  28. Poesia e immagine di scottante attualità... un vero allarme sociale ele vittime spesso sono i più deboli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lolle noto con piacere che il vostro pensiero è in linea con il mio. Buona serata!

      Elimina
  29. a volte ci si appiglia a tutto .....che dirti simo ...dovrebbero intervenire persone più in alto di noi invece di metterci solo i propri guadagni e specularci su per aver soldi in più per lo stato ......buona settimana....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Barbara....è un po come il fumo..sanno che fa male ma fumano ugualmente. Buona settimana a te e grazie della visita!

      Elimina
  30. Parafrasando Vecchioni, queste persone si sono giocate il cielo e la vita ai dadi!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Io scelgo la prima foto, la trovo magnifica.

    RispondiElimina
  32. Fallimento e' proprio la parola giusta.e allora una vita facile in cui ci see qualcuno con un gesto.come libertino pero' non metto veti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luca io sono restia al gioco...il guadagno facile non esiste!!!

      Elimina
  33. Fallimento e' proprio la parola giusta.e allora una vita facile in cui ci see qualcuno con un gesto.come libertino pero' non metto veti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi si trova i soldi facili non li apprezzano e li sciupano!!! Buona serata

      Elimina
  34. Una vera malattia!!!
    Ciao Simo, un abbraccio stretto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici bene Lory è una malattia!!! Bacini

      Elimina
  35. Parole significative, fallimento di vita.....che brutta bestia il giuoco!

    Baci Simo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido Laura! Un bacio e terrò d'occhio il postino :)

      Elimina
  36. Un giocatore è una persona tormentata, che fa male a se stessa. Non me la sento di gettare la prima pietra, perché immagino che il gioco sia molto peggio del fumo e sicuramente anche più costoso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ambra, un giocatore è un "malato" ma lo Stato non fa nulla per aiutarlo...anzi lo incita ancora di più! Un abbraccio

      Elimina
  37. Ciao Simona, hai composto un reale quadro del gioco, io lo definisco il fumo di satana, quanti ne vedo sempre a fare effimeri sogni di vincite,
    i soldi non sudati son presto bruciati, meno male che Dio mi ha vaccinato e la sorte non ho mai tentato.
    Ciao e buon autunno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gaetano, per mia fortuna sono immune ai sogni effimeri. Buona serata!

      Elimina
  38. Buongiorno ed una felice giornata a te Simo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  39. Buongiorno ed una felice giornata a te Simo!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mary è stata una giornata intensa....
      Buona serata!

      Elimina
  40. Non credo negli allarmismi sociali: chi sceglie di giocare si brucia da solo e deve uscirne da solo.
    Basta aiutare chi non lo merita.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Melinda, conosco persone che sono malate del gioco e ti posso assicurare che è difficile convivere con loro perchè non ammettono la loro dipendenza. Un bacio a te!

      Elimina
  41. simo ill gioco vincente è credere in se stessi, nelle proprie capacità fisiche e mentali. buon lavoro e hai composto una poesia attuale con foto ok

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Robi e noi siamo dei duri!!!!.....buon lavoro e occhi agli sforzi eccessivi

      Elimina
  42. Simo..
    come stai?
    Ieri ti ho pensata..
    Un abbraccio e buonissima giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mary ecco perchè mi fischiava l'orecchio destro :))))
      Un bacione

      Elimina
  43. Foto bellissime e tema di grande attualità! Brava come sempre, Simo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adriana, detto da una brava giornalista ne sono lusingata. Un bacio

      Elimina
  44. Mi fa paura il gioco ma so che in molti ne sono schiavi. Belle le immagini, esemplificative. Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ely è come una dipendenza. Buona giornata!

      Elimina
  45. eppure cio' che l'uomo inventa l'uomo puo' distruggere ...e invece distrugge l'uomo che strano gioco .... come il fumo l'alcool , le droghe... chi lo propone e' responsabile tanto quanto chi ne fa uso uno e' furbo l'altro e' stolto ..... cio' che conta e' che la volonta' manca sempre da tutte e due le parti !
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Susanna è una malattia in cui lo Stato trae vantaggio a danno degli esseri umani. Ciao

      Elimina
  46. eppure cio' che l'uomo inventa l'uomo puo' distruggere ...e invece distrugge l'uomo che strano gioco .... come il fumo l'alcool , le droghe... chi lo propone e' responsabile tanto quanto chi ne fa uso uno e' furbo l'altro e' stolto ..... cio' che conta e' che la volonta' manca sempre da tutte e due le parti !
    Susanna

    RispondiElimina
  47. ciao Simo ...fortunatamente non sono un patita del gioco e non capisco neanche come ci si possa far coinvolgere....
    brava bel testo.
    ciao a presto da claudette

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudette, personalmente non ho mai acquistato un gratta e vinci e neppure giocato al lotto, enalotto o roba simile

      Elimina
  48. per non farci coinvolgere
    ,non bisogna iniziare a giocare.Buon risveglio

    RispondiElimina
  49. Una vera e propria dipendenza,quanta gente si rovina per colpa del gioco...
    Bellissima poesia!
    Ciao cara:)
    Luci@

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luci@ oltre a rovinare se stessi, rovinano anche chi gli sta accanto. Un abbraccio

      Elimina
  50. Buona giornata Simo e un baciotto doppio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pinuccia come sei mattiniera!!! Grazie per il baciotto che ricambio

      Elimina
  51. Risposte
    1. Antonella purtroppo è un tema scottante...il gioco o giuoco è la droga di oggi!!!!

      Elimina

un'emozione se condivisa è una gioia infinita, grazie!

Diritti d'autore

Foto e pensieri da me firmate e pubblicate sul blog sono di esclusiva proprietà dell'autore, nessun uso è consentito senza mia autorizzazione scritta.

Copyright

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 7/3/2001. Qualora provvederò ad inserire alcune immagini prese in prestito da internet e la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, comunicatemelo e saranno subito rimosse.